IISS “G. Colasanto” Andria (BT) – Classe VA
Referenti: Prof.ssa Teresa_Inchingolo & Prof. Mario Di Matteo /Studente: Alessia Aglieta

Commento:
Secondo un’indagine del Censis su un campione rappresentativo della popolazione, l’anno scorso 13,5 milioni di italiani hanno saltato la lista di attesa ricorrendo a conoscenze, amicizie, raccomandazioni oppure facendo regali . L’ultimo Rapporto «Curiamo la corruzione» curato da Transparency International Italia, Censis, ISPE Sanità e RiSSC, conferma che la gestione delle liste di attesa è tra le aree più a rischio di corruzione in sanità. Le conseguenze di atti illeciti si possono ripercuotere sulla salute stessa dei malati, per esempio, se si favorisce un paziente che oltrepassa un altro in attesa di una diagnosi o addirittura di un intervento chirurgico salvavita. Per contrastare il fenomeno, nel Piano anticorruzione 2016 l’Anac raccomanda di rendere pubblici i criteri in base ai quali sono formate le liste di attesa e le modalità di gestione.

Andria, 11/05/2017
Prof.ssa Inchingolo Teresa